ACTION CAM: Come sceglierla

Chiunque vorrebbe poter immortalare con una buona Action Cam le proprie esperienze, che si tratti di un viaggio, il primo lancio con il paracadute o un giro in moto con gli amici. E’ ormai possibile acquistarla  senza per forza dover spendere un patrimonio; ad oggi infatti puoi  immortalare in HD i tuoi ricordi con poche decine di euro, MA OCCHIO ALLA SCELTA.

DESTINAZIONE D’ USO

Prima di lanciarti su Amazon e scorrere la lista infinita delle Action Cam sul mercato, tra le mille caratteristiche e descrizioni, prenditi 5 minuti per chiederti in quali contesti la userai  (la maggior parte delle volte). Un’escursionista, per esempio, non farà di certo la stessa scelta di un motociclista, così come un amatore non sceglierà quella che, invece, per uno youtuber è essenziale.

Le casistiche sono infinite cosi come le vaie caratteristiche di ogni singolo modello di ogni singola marca, elencarle tutte sarebbe impossibile e, oggi, Youtube offre una vasta gamma di recensioni sui principali modelli. Qui di seguito ti spiego, in linee generali, su cosa focalizzare l’attenzione durante la scelta della tua Action Cam e le esigenze che hanno spinto a comprare la mia.

VALUTA LE TUE ESIGENZE

Se la tua passione sono le passeggiate nei boschi o sport acquatici, ad esempio, la camera non subirà grosse vibrazioni e non dovrà affrontare alte velocità. Quindi puoi fare anche a meno di uno stabilizzatore elettronico impeccabile, concentrandoti invece sulla qualità (anche 4k). Usandola principalmente in occasioni di basse velocità d’ azione di certo non ti serviranno i 120 fps (frame per second) ma già i classici 30-60 fps sono più che sufficienti per un video fluido in queste occasioni.

Un motociclista o uno sciatore invece, necessitano sia di un ottimo stabilizzatore elettronico, sia di una fluidità superiore e i 120fps diventano quasi un must. Si può sacrificare in questo caso la risoluzione (rimanendo sempre sopra i 1080 per avere un buon video).

LA MIA ACTION CAM

Dopo averne buttate un paio, mi sento di sconsigliarti altamente le Action Cam sotto la fascia dei 50 euro: è un terno al lotto. Può capitarti una che magari regga per più di qualche video. Oppure, come è successo a me, fanno un pessimo rumore di sottofondo o dopo un paio di video cominciano a registrare a tratti, cancellando per sempre pezzi che speravo di aver ripreso.

Alla fine, valutando le varie caratteristiche e le diverse recensioni, ho optato per CAMPARK X30 e ad oggi posso ritenermi più che soddisfatto del suo lavoro. L’ ho testata in escursioni subacque, sullo snowboard, in pista con moto e kart, escursioni e tanto altro. Il suo stabilizzatore ha retto perfettamente le situazioni più veloci e le vibrazioni subite, mentre la possibilità di poter registrare fino a 4k mi ha permesso di ottenere video davvero performanti. Offre, inoltre, una vasta scelta delle modalità di registrazione; quelle che uso di più sono 2k con 60fps oppure 1080 a 120fps e registro tutto quello che voglio, quando voglio. La doppia batteria in omaggio è una chicca per questa cam, perché mi consente di averne una di scorta sempre carica; viene inoltre data in dotazione tutta l’ attrezzatura per poterla usare ovunque: sul manubrio della moto/bici, sul casco, sott’ acqua ecc…

Ci tengo a precisare che la scelta che ho effettuato è calibrata al fatto che i video che produco sono per puro scopo personale e amatoriale. Se devi adoperare la tua action-cam per girare dei video ad uso professionale (youtube, film, cortometraggi) magari fai un piccolo investimento e prendine una come QUESTA, la differenza di prezzo avrà le sue ragioni.

A buon intenditor, poche parole.

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *